Cure e rimedi naturali contro la gastrite nervosa

La gastrite nervosa è un’infiammazione che colpisce le mucose interne dello stomaco che si manifesta attraverso svariati sintomi, quali nausea, vomito, eruttazione frequente, alito cattivo, gonfiore addominale e sensazione di bruciore alla bocca dello stomaco.

Questa tipologia di infiammazione ha un’origine prevalentemente psicosomatica e deriva principalmente dall’interiorizzazione di uno stato ansioso scatenato da paura, stress, rabbia, pensieri ossessivi o negativi, stanchezza eccessiva.

Le persone maggiormente a rischio sono coloro i quali tendono a somatizzare i problemi e le preoccupazioni legati alla vita quotidiana, riversando sullo stomaco ogni ansia e preoccupazione. In questi casi la reazione del corpo è quella di produrre a dismisura succhi gastrici che vanno ad infiammare le pareti dello stomaco, che rallentano la digestione e fanno aumentare i livelli di malessere.

Per quanto motivo, le persone che si innervosiscono facilmente, ansiose, stressate o depresse sono maggiormente predisposte nei confronti della gastrite nervosa. Ad aggravare l’entità dei sintomi ci sono poi le cattive abitudini alimentari ed uno stile di vita scorretto, basato su sedentarietà, consumo di cibi irritanti, alcol e tabacco.

La prima cosa da fare dunque per prevenire e curare in modo naturale la gastrite nervosa è quella di adottare uno stile di vita sano, che escluda tutte le abitudini poco salutari come ad esempio bere alcolici, fumare sigarette, masticare frettolosamente e fare pasti troppo abbondanti.

Occorre quindi prendendoci cura di noi stessi evitando una vita sedentaria, praticando sport, dormendo un numero di ore che garantiscano un giusto riposo e prendendo consapevolezza del proprio corpo e dei propri limiti.

E’ opportuno poi curare l’alimentazione, evitando tassativamente i cosiddetti “cibi spazzatura”, com ad esempio il cioccolato, le spezie, gli alimenti fritti e grigliati, i salumi affumicati e i sottaceti, che irritano la mucosa intestinale e stimolano la secrezione di succhi gastrici.

Per chi soffre di gastrite nervosa, la dieta deve basarsi su alimenti facilmente digeribili e che danno sollievo al bruciore di stomaco, come ad esempio yogurt, ricotta, riso e pasta integrale, patate e carote lesse, condite rigorosamente a crudo, carni bianche e pesce cucinati al vapore o in modo leggero, senza soffritti o aggiunta di spezie.

Assolutamente da evitare, o almeno da limitare il più possibile, sono tutti quei cibi che stimolano la secrezione di succhi gastrici come i le fritture, il cioccolato, le carni eccessivamente condite e speziate, i frutti acidi, i cibi troppo dolci o troppo salati.

Occorre poi intervenire sull’origine del disturbo. E acclarato che lo stress è il principale responsabile della gastrite nervosa ed il nemico numero uno della salute del nostro stomaco, ma anche di tutta la nostra salute in generale.

Una cura davvero efficace, quindi, deve tendere anche a ripristinare una condizione di serenità psicologica e mentale, assicurando a corpo e mente la giusta dose di riposo, distendendo i nervi e rilassando la muscolatura addominale.

Dormire almeno otto ore per notte, coricarsi sempre alla stessa ora e dedicare una parte della giornata alle attività preferite è un ottimo sistema per allentare le tensioni ed affrontare con più calma gli impegni quotidiani.

Anche praticare uno sport può essere un’occupazione distensiva e gratificante: particolarmente indicate sono tutte le discipline che mirano a rilassare la mente migliorando l’approccio con la vita, come lo yoga e la meditazione.

A tutto ciò può risultare molto utile associare alcuni integratori alimentari o rimedi naturali in grado di garantire un immediato effetto rilassante senza effetti collaterali.

Un utile e naturale aiuto per i disturbi da gastrite nervosa è rappresentato dagli integratori composti da collagene e calcio fosfato, che neutralizzano velocemente i picchi di acidità gastrica, riportando il giusto equilibrio alla mucosa dello stomaco e alleviando il dolore.

A livello di erbe e rimedi naturali è consigliata l’assunzione quotidiana di tisane a base di finocchio, tiglio, zenzero, melissa o valeriana, anche dopo aver praticato una meditazione e una respirazione consapevole utili a rilassarsi e familiarizzare col proprio corpo, percependone tutti i segnali, sia positivi che negativi, che esso ci invia.