Città medievale che ha conservato le proprie caratteristiche

Siena

Siena è universalmente conosciuta per il suo patrimonio artistico e per la sostanziale unità stilistica del suo arredo urbano medievale, nonché per il suo famoso Palio; Nel 1995 il Comitato Esecutivo della Convenzione sul patrimonio materiale dell’umanità dell’UNESCO ha dichiarato il Centro storico di Siena Patrimonio dell’Umanità.

La commissione ha così giustificato l’inserimento nella lista:

Straordinaria città medievale che ha conservato le proprie caratteristiche. E’ un capolavoro di inventiva in quanto gli edifici sono stati disegnati per essere adattati alla struttura urbana creando un tutt’uno con il circostante paesaggio culturale.

Piazza del CampoSiena fu fondata dagli Etruschi e poi divenne colonia romana al tempo dell’Imperatore Augusto e prese il nome di Saena Iulia. Nel Medioevo, con i Longobardi e con i Franchi, cominciò ad avere un certo potere. Alla fine dell’XI secolo i vescovi furono investiti di un feudo ma il crescere della borghesia creò uno scontro di interesse economico che portò all’indebolimento e al disgregamento del feudalesimo e alla nascita del libero comune nel 1147.

Grazie alla sua collocazione strategica sulla via Francigena, riuscì a sviluppare contatti e commerci con le sedi economiche più importanti del tempo. Città ghibellina per eccellenza ebbe una lunga rivalità con la guelfa Firenze. Nei primi decenni del XIV secolo raggiunse il massimo splendore architettonico e venne costruita la maggior parte dei monumenti. Dopo incerte vicende storiche Siena fu assoggettata ai Medici di Firenze e seguì le sorti del Granducato di Toscana.

Siena conserva ancora oggi un Centro storico praticamente intatto ed è devota custode di una storia gloriosa e di inimitabili tradizioni. Nel centro storico di Siena troviamo la bellissima Piazza del Campo, di origine medievale con forma a valva di conchiglia, al centro della quale è posta la monumentale Fonte Gaia costruita fra il 1409 e il 1419, quella che si ammira oggi è una fedele riproduzione di Jacopo della Quercia. Sullo sfondo della piazza c’è il Palazzo Pubblico che fu eretto tra il 1297 e il 1342.

È una delle maggiori opere in stile gotico della Toscana con un corpo centrale più alto, fatto costruire dal Governo dei Nove alla fine del ‘300. Sul fianco si erige, nei suoi 102 metri d’altezza, la Torre del Mangia che risale al 1348, ai cui piedi si trova la Cappella di Piazza a forma di loggia. Di fronte al cinquecentesco Palazzo dell’Università si trova Palazzo Piccolomini ispirato alla costruzione di Palazzo Rucellai, iniziato nel 1469 si pensa ad opera di Rossellino.

In uno dei punti più animati della città, denominato Croce del Travaglio, sorge la Loggia della Mercanzia in stile gotico rinascimentale da cui partono le tre principali arterie della città. Circondato dalla Piazza, il Duomo, una delle più belle creazioni del gotico italiano, iniziato nel 1229 e portato a termine solo alla fine del secolo successivo.